Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da settembre 29, 2013

MAMMA.....MIA!

Sono in un  periodo di riflessione sul tema maternità (che novità!) e dopo il post sull'ombra volevo buttare nero su bianco le mille sfaccettature della comunicazione mamma e bambino.
Al parco, all'asilo, tra amiche ho iniziato mentalmente a fare una piccola catalogazione del tipo di comunicazione che la mamma instaura con il suo bimbo.
Questo non vuol essere né una presa in giro, né uno studio metalinguistico, solo una piccola osservazione empirica nella quale ogni mamma in certi momenti si può ritrovare.

- MAMMA DALLE MANI GIUNTE.
LA comunicazione di questa piccola mamma Madonna è una supplica, una specie di preghiera affinché il suo bambino ascolti quello che lei sta dicendo ed in genere inizia così"Ti prego Stefano andiamo a casa, dai è tardi, per favore ascolta la mamma...." La voce è sulla modalità supplica  e tono sommesso ed in genere ottiene l'effetto contrario: il bambino si gira, sogghigna come chi sa di avere un potere e dice "NO!".
Allora l…

All'ombra

La zona d'ombra è quella zona dove i colori si vedono più scuri; dove la calura batte meno forte e si riesce a sostare senza grondare di sudore; dove si vedono riflessi contorni sfumati e grossolani delle cose. In ombra tutto sembra più sfumato,privo di brillantezza,ma l' ambiente è più vivibile quando il sole accecante e caldo non ci permette di respirare.
Io ogni tanto mi rifugio nell'ombra del mio essere madre e da lì riprendo a respirare e guardare le cose in modo più sfumato.
Mi rifugio lì quando dopo una giornata di lavoro torno....trovo il caos e mi arrabbio per la stanchezza e perché a volte tornare a casa mi serve per staccare la spina e non mi è concesso.
Mi rintano nell'ombra quando stremata dalla mancanza di sonno,nel cuore della notte mi riaddormento e non corro dal bimbo che chiamava....per risvegliarmi poi in preda ai sensi di colpa.
Mi rifugio lì quando liquido con poche parole le discussioni infinite con la ado per mancanza di energia.
Godo del tepore …