Passa ai contenuti principali

Mi scappa la pipì

Durante la gravidanza dei gemelli, ho letto e riletto tanti libri e ho sbirciato su tanti siti perchè ero decisa a documentarmi su tutto, nonostante avessi già esperienza di bambini.

Morgana è nata quando io avevo 22 anni e sia la maternità che l'esperienza dei primi anni l'ho vissuta con la leggerezza e la spensieratezza che solo i 20 anni ti possono dare.
Quindi ho iniziato lo svezzamento come diceva il dottore, tutte le vacinazioni consigliate e non, omogenizzati comprati, pannolino fino a tre anni, salviettine per pulire il sederino....ecc...
Questo ha portato sicuramente ad un buon risultato in quanto mia figlia è bella, sana e intelligente
La maturità mi ha portato ad interessarmi a metodi naturali, alimenti bio ecc...non sono una fanatica della vita sana, perchè alcune bombe caloriche ricche di schifezze in casa non mancano, però se riesco sia per noi che per i gemelli sto attenta.
Ho riflettuto molto soprattutto sull'uso dei pannolini perchè con due bambini la spesa è notevole e l'inquinamento stratosferico....quindi ho optato per i pannolini lavabili, un po' me li hanno prestati e un po' li ho comprati.
Ho scaricato dal sito http://biodetersivi.altervista.org un manuale "Cambiare pannolino" e ho iniziato questa avventura.
Pensavo fosse un lavoraccio usare i pannolini lavabili con due bambini ma non è poi così male, basta avere larghe scorte di pannolini, si possono fare 2 lavatrici di pannolini la settimana.
Io non uso esclusivamente quelli, quando devo uscire metto quelli normali e per il momento anche la notte.

Visto che i gemelli con l'introduzione delle pappe erano diventati un po' stitici e quando dovevano fare la cacca il loro viso assumeva una colorazione rosso vivo, ho provato a metterli sul wc ogni cambio del pannolino.
Questo metodo l'ho trovato sempre sul famoso manuale e devo dire che funziona...certo io con due lo faccio solo ad ogni cambio di pannolino o se mi accorgo che devono fare la cacca.


e..... da qualche giorno la cacca riescono a farla quasi sempre nel wc e senza ingrossarsi le vene del collo!!! Ottima soluzione contro la stitichezza!!!

Commenti

  1. ma che meraviglia!!!
    L'ultima foto è bellissima, si vede la concentrazione... :D
    ciaoooooooooooo

    RispondiElimina
  2. Ciao, quando ero incinta anche io avevo pensato ai pannolini lavabili ma poi per una cosa ho per l'altra non ho mai fatto niente e meno male...perchè per il momento non ho il tempo per niente. Cmq sono sicura che si tratta solo di organizzazione. Quindi ti faccio i miei complimenti.

    RispondiElimina
  3. Questo metodo contro la stitichezza dei bambini non lo conoscevo affatto. Devo dire che fino ad ora non ho avuto problemi in tal senso ma lo terrò a memoria.

    RispondiElimina
  4. Bravissima!! Io uso i lavabili con il mio bimbo e insieme ad altre mamme abbiamo fondato il gruppo Non Solo Cirirpà ed il sito www.pannolinilavabili.info per la promozione (senza scopo di lucro) dei pannolini lavabili! Posso mettere il tuo post nella nostra rassegna stampa? E' bello vedere che si possono usare anche con due gemelli! ^_^
    arianna

    RispondiElimina
  5. certamente metti pure il mio post e ora andrò subito a sbirciare il sito!!

    RispondiElimina
  6. ciao,
    sono anch'io una mamma in attesa di due maschietti e sono molto interessata ai pannolini lavabili. Posso chiederti quali avevi usato a suo tempo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao io ho usato per i primi mesi 0 5 kg i prefolder che avevo trovato in un negozio non ricordo marca. Poi ho comprato da un sito credo bio bimbo un pacco prova a 60 euro sempre prefolder e poi ho acquistato insieme a delle mamme quelli due in uno ma non mi son trovata bene, meglio i prefolder per me le marche non le ricordo però ti assicuro che oggi una vale l altra é il modello che devi scegliere e deve andar bene per la tua gestitone. Se hai bisogno di altre info mandami pure una email. Auguri

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

SARA' LA FINE, MA NON E' LA FINE....

Siamo agli sgoccioli di un lungo e nuovo anno scolastico.
Io ho cambiato giro di mamme, con il cambio scuola e devo dire che non mi sono nemmeno sforzata di creare nuovi legami con altre persone. I pochi legami si sono creati da sé, per vicinanza di casa e per affinità.
Arrivo quindi settimana scorsa alla pizzata di fine anno con un 'altra mamma, consapevole di non conoscere quasi nessuno e di non essere conosciuta da quasi nessuno se non come "La mamma dei gemelli".
I saluti di convenienza sono diventati il mio forte, poi dopo poche banali chiacchiere mi siedo vicino all'unica mamma con cui ho più conoscenza.
La cena inizia tranquilla e serena, si toccano argomenti vari legati alla scuola e altro, finché all'ennesima proposta da parte di chi mi sta accanto di cibo, dal momento che la mia pizza non era ancora arrivata, ho avuto l'ardire di comunicare: "Grazie, ma non mangio la carne. Sono vegetariana".
Questa frase ha scatenato al nostro tavolo un&#…

QUANDO PIANGE LA MAMMA

Ci sono momenti in cui la sofferenza c'è e si sente. Circostanze della vita in cui siamo fragili, vulnerabili e quindi le lacrime solcano le guance e tu ti ritrovi a piangere quando meno te lo aspetti e  con sei occhi puntati addosso e allora provi a  far finta di nulla.
In questi tristi momenti una mamma cosa fa? Finge che nulla sia accaduto e continua imperterrita ciò che stava facendo. Già, perché, a volte le lacrime scendono quando meno te lo aspetti e tu pensi sempre di averla scampata e di non essere vista, quindi tiri su con il naso, asciughi le lacrime e ti pizzichi un po' le guance in modo che siano rosse come il naso e sorridi. Ma il problema è che "quelli" non li freghi. Ti guardano con aria indagatoria e poi "Mamma, hai pianto?". Tu,  adesso ne devi uscire da quella domanda e vorresti cadere in piedi, come il gatto quando casca dall'alto e si gira per toccare elegantemente il terreno con le zampe, quindi sorridi di convenienza e "Io? m…