Passa ai contenuti principali

GEMELLI,LIBRI, LATTE, ....OVVERO PENSIERI RANDOM....

Settimana scorsa sono stata ad una conferenza dal titolo "Gemelli: fratelli un po' speciali!".
Giuro che appena mi ripiglio farò post su contenuto...per ora mi limito a sparare pensieri....BOOM!!!
La conferenza era Mercoledì sera in un consultorio e ovviamente era gratuita....noi siamo arrivati in ritardo...perchè suocera babysitter era in ritardo....c'erano all'incirca 30 persone......tutte interessate al tema gemellare e tutti genitori di gemelli.....tante domande e risate!!!

Il tema gemelli è poco trattato anche a livello bibliografico infatti nei riferimenti bibliografici c' erano 2 libri sui gemelli...di cui uno non più disponibile e l'altro "LA SINGOLARITA' DEL DOPPIO di Valente Torre" l'ho preso in biblioteca....molto tecnico.....e datato!!!
Mentre cercavo questo libro è uscito sullo schermo un altro libro "GEMELLI di Laura Novello" molto carino e semplice....peccato averlo scovato solo ora che i nani hanno 13 mesi.....

Ritorniamo al punto.....tutta la gente alla conferenza, i pochi libri e consigli....mi hanno fatto tornare alla mente le mie poche preoccupazioni quando ero incinta dei gemelli e nello stesso tutte le paranoie ....."Come mai la mia cara amica non riesce a rimanere incinta ed io aspetto due bambini??" "Sarò una brava mamma per due bambini contemporaneamente???che già con uno è un delirio???"......"Due gemelli.....sfiga o fortuna???"...l'ultima domanda non era formulata proprio così nella mia mente, ma il senso è quello.....
Ora che i nani hanno 1 anno....ricordo le fatiche, le nottatacce (Che continuano.....sigh!), e le gioie, il godere del calore di due gioielli, la bellezza dei sorrisi.....ma le domande continuano....perchè avere due bambini insieme....è veramente un evento eccezionale.....
poi penso alle parole di un amico che mi disse "Quando ti vedo con i tuoi bimbi, mi ricordi un po' una mamma animale con i suoi cuccioli"...e mi dico le mamma animali tutte queste paranoie non se le fanno.....nascono dei cuccioli e loro li crescono.....non è che noi un po' ci complichiamo la vita???!!!
FORSE SONO STATA UN PO' CONFUSA....MA LASCIO SCRITTO COSI'...MAGARI RILEGGENDOMI,,,MI CAPIRO'!!??!!

Da una settimana ho tolto la tetta mattutina, dopo le paranoie iniziali....., ora sono serena.....il mio omeopata mi ha consigliato infuso di salvia per 4/5 volte al dì e funziona...niente seni dolenti....i nani non la reclamano più....forse eravamo pronti entrambi!!!!

Si avvicina il Natale....bene le ferie!!!!.i gioielli sono a casa malatissimi....speriamo che durante le vacanze....si stia tutti bene....
Parte analisi logica dei doni di natale....a chi? che cosa?.......purtroppo homemade quest'anno poco....ma anche poche finanze....quindi doni equi e solidali....ma a prezzi contenuti...si accettano idee.....le mie sono pacco colazione:caffè, zucchero, biscotti. pacco gioco: ping pong da tavolo.pacco bimbi:libri e libretti.pacco genitori: cesti mangerecci....prodotti dop a prezzi ad hoc!!!
Devo terminare la lista......

Commenti

  1. io mi domandavo "come farò ad avere un rapporto esclusivo con mio figlio se di bambini ne avrò due"? in realtà il rapporto è esclusivo ugualmente. cmq, noi ci faremo anche tante paranoie però io oggi quando li ho ritirati dall'asilo ed erano stanchi, e non volevano camminare nemmeno tre metri fino alla macchina, me li sono presi in braccio tutti e due, sai sotto le ascelle tipo baguette di pane? insomma, una faticaccia, con un bambino è tutto più facile. però avere due gemelli è una cosa speciale, concordo con te, siamo fortunate.

    RispondiElimina
  2. noi genitori di gemelli siamo talmente speciali che non ci servono libri per "imparare" il mestiere!
    Mi spiace non essere potuto venire alla conferenza, me l'ero segnata da ottobre e all'ultimo non ce l'ho fatta, che rabbia!!!
    Per i regali, mai come Natale vale il detto che è il pensiero che conta. Noi con l'equo e solidale andiamo sempre sul sicuro, e poi sai dove vanno a finire i tuoi soldi, quindi...
    ciao
    Luca

    RispondiElimina
  3. Eh si penso anche io spesso che sono fortunata!

    RispondiElimina
  4. vi giuro che leggendo i vostri post ho una voglia matta di essere una bi-mamma...
    ma mi accontento anche di un altro nano singolo. che ne dite, lo scrivo a Gesù bambino nella letterina di Natale?

    RispondiElimina
  5. Sicuramente avere dei gemelli fa sì che si cresca ancora più in fretta (perchè, anche se si è già adulti, non si smette mai di crescere, specialmente se ci si rapporta ai bambini che sono vulcanici, no?).
    Anche a me viene il dubbio che noi esseri umani tendiamo a complicarci un pò la vita, ma sono anche convinta che infondo al cuore sappiamo sempre "vedere" che tutte queste domande che ci ronzano in testa non fanno altro che farci migliori ;)
    Anche io, presa dallo sconforto e dalla voglia di regalare ad un'amica qualcosa di davvero utile, ho optato per una cesta di prodotti, ho scelto io stessa quelli che preferivo (nel mio caso quelli tipici della regione dove vivo) e sta per essere recapitato direttamente dall'azienda.
    Grazie per le tue idee che mi hai lasciato sul blog, sicuramente le inserirò nell'album.
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

SARA' LA FINE, MA NON E' LA FINE....

Siamo agli sgoccioli di un lungo e nuovo anno scolastico.
Io ho cambiato giro di mamme, con il cambio scuola e devo dire che non mi sono nemmeno sforzata di creare nuovi legami con altre persone. I pochi legami si sono creati da sé, per vicinanza di casa e per affinità.
Arrivo quindi settimana scorsa alla pizzata di fine anno con un 'altra mamma, consapevole di non conoscere quasi nessuno e di non essere conosciuta da quasi nessuno se non come "La mamma dei gemelli".
I saluti di convenienza sono diventati il mio forte, poi dopo poche banali chiacchiere mi siedo vicino all'unica mamma con cui ho più conoscenza.
La cena inizia tranquilla e serena, si toccano argomenti vari legati alla scuola e altro, finché all'ennesima proposta da parte di chi mi sta accanto di cibo, dal momento che la mia pizza non era ancora arrivata, ho avuto l'ardire di comunicare: "Grazie, ma non mangio la carne. Sono vegetariana".
Questa frase ha scatenato al nostro tavolo un&#…

QUANDO PIANGE LA MAMMA

Ci sono momenti in cui la sofferenza c'è e si sente. Circostanze della vita in cui siamo fragili, vulnerabili e quindi le lacrime solcano le guance e tu ti ritrovi a piangere quando meno te lo aspetti e  con sei occhi puntati addosso e allora provi a  far finta di nulla.
In questi tristi momenti una mamma cosa fa? Finge che nulla sia accaduto e continua imperterrita ciò che stava facendo. Già, perché, a volte le lacrime scendono quando meno te lo aspetti e tu pensi sempre di averla scampata e di non essere vista, quindi tiri su con il naso, asciughi le lacrime e ti pizzichi un po' le guance in modo che siano rosse come il naso e sorridi. Ma il problema è che "quelli" non li freghi. Ti guardano con aria indagatoria e poi "Mamma, hai pianto?". Tu,  adesso ne devi uscire da quella domanda e vorresti cadere in piedi, come il gatto quando casca dall'alto e si gira per toccare elegantemente il terreno con le zampe, quindi sorridi di convenienza e "Io? m…