Passa ai contenuti principali

Momenti ....

Ecco e' arrivato il giorno x!!!!
I nani domani compiranno 13 mesi ed io avevo deciso che entro Natale avrei attuato lo stettamento....ovvero niente più colazione con la tetta di mamma..... Ci ho pensato e ripensato ma e' una cosa che proprio bisognava fare....
I motivi sono solo di origine pratici ovvero il tempo che alla mattina dedico alla colazione per due e' circa 20 / 30 minuti dove io sono li' solo per loro e non mi posso preparare, rifare i letti, sistemare la casa ...... Incompatibile con gli orari del lavoro o meglio tra colazione e sistemarli e sistemarmi, andare al nido e prendere la macchina e correre al lavoro....il ritardo e' assicurato.... Quindi stettamento.... Anche perche' ormai hanno 13 mesi e quindi il mio dovere l ho fatto e Loro adesso mangiano tutto....

Pero' il senso di colpa un po' c'è .... So Che quel tempo .... Il tempo sospeso.... Il tempo delle coccole .... Il tempo del linguaggio caldo e accogliente.... Il tempo del latte.... Del Profumo di MAMMA ....
Io sono molto coccolosa con I nani e li riempio di baci e coccole .... Ma so che quel tempo mi manchera' ed il gesto di sdraiarli vicino al cuore e dargli nutrimento e' un momento che mi rimarrà sempre nel cuore ?!?
Buone coccole a tutti!?!
Stasera una tettata l ho data a tutti e due perché vorrei che il latte se ne andasse da solo, in modo naturale.

Oggi nella mia casetta e' arrivato il mio scambio di Natale .... E' stato emozionante trovare un regalo venuto da lontano!!! Grazie ad Elisa per la cura e la bellezza del suo pensiero!

Commenti

  1. vediamo se ho risolto problema commenti!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Diana!
    Grazie per il commento sulla serata formativa per genitori di gemelli al blog di spazioneomamma...!
    Non è che qui sul tuo blog prepari un bel post sulla serata per noi che non siamo venute?... Dai!!!...!!!...
    Per quanto riguarda lo "stettamento" puoi sempre allattare in altri momenti se la mattina non c'è tempo. Mi sono informata rispetto a quanto è stato detto all'incontro di ottobre sull'allattamento e svezzamento circa il valore nutritivo del latte della mamma oltre l'anno e mi è stato detto che i bambini che continuano ad essere allattati crescono bene ed anche meglio per l'apporto proteico del latte della mamma. Poi pensa che siamo in inverno, hanno appena cominciato il nido e tu gli passi qualche anticorpo comunque. Poi, quando i miei sono ammalati e non mangiano niene, bevono solo il mio latte....! E' appena uscito un libro che parla dell'allattamento dopo i primi mesi (Profumo di mamma - lo trovi sul blog di spazioneomamma). Visto che non sono morti di fame? E che il latte c'è....ancora?!? Brava Diana, bravi gioielli, bravi tutti coloro che hanno con te "dietro le quinte"! Fiammetta

    RispondiElimina
  3. Sono sempre io..!!
    ...ops! Il libro è Sapore di mamma!
    Bacio.
    Fiammetta

    RispondiElimina
  4. un passo molto importante!!!
    Ho letto di Fiammetta qui sopra, tu allora sei andata alla serata sui gemelli?
    Io purtroppo quella sera non ce l'ho fatta, cavolo!!!
    Com'è stato l'incontro, interessante?
    Raccontalo con un post, dai!
    Ciao
    Luca

    RispondiElimina
  5. evviva! riesco a postare di nuovo!
    Come ti capisco, anoche io sono entrata in crisi quando ho tolto la tetta al nano...

    RispondiElimina
  6. Non so se sia o meno una buona idea perché io ho allattato davvero poco ma se ti va di continuare perché non gli dai il tuo latte la sera, prima della nanna? Senza l'ansia di fare tardi, vi godreste meglio questo momento...

    RispondiElimina
  7. Ce l'ho fatta! Funziono... comunque volevo dirti che anche io sono abbastanza reticente per la questione allattamento. Ci stiamo staccando gradualmente, anche io spero che la cosa si risolva da sé senza dover prendere farmaci.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

FELICE GIORNO DELLA NASCITA

E' arrivato il 15 Novembre e tu non sei qui con me.
E' il primo compleanno da quando sei nata che passiamo lontane.
Hai compiuto gli anni ed io e i tuoi fratelli ti abbiamo cantato una sguaiata canzoncina tramite whatsup.
Hai compiuto gli anni ed io non ho potuto darti un bacio e darti un regalo.
Quest'anno, come non mai, il tuo compleanno è felice giorno della nascita...già perché non si nasce solo quando si viene al mondo, ma si nasce un sacco di volte nel corso della vita.
Tu sei nata a te stessa e al mondo e hai deciso di partire alla ricerca della tua missione.
Tu sei nata ai tuoi progetti e ai tuoi sogni e hai deciso di corrergli incontro.
Il tuo compleanno è ora, perché non c'è modo migliore di festeggiare il nostro venire al mondo che celebrarla la vita!
Tu nell'ultimo periodo hai celebrato ogni giorno e hai sparso in giro le tue gocce di serenità e gioia ed io le ho viste nello sguardo di chi ti ha incrociato.
Il giorno della tua nascita...io c'ero e s…

QUANDO PIANGE LA MAMMA

Ci sono momenti in cui la sofferenza c'è e si sente. Circostanze della vita in cui siamo fragili, vulnerabili e quindi le lacrime solcano le guance e tu ti ritrovi a piangere quando meno te lo aspetti e  con sei occhi puntati addosso e allora provi a  far finta di nulla.
In questi tristi momenti una mamma cosa fa? Finge che nulla sia accaduto e continua imperterrita ciò che stava facendo. Già, perché, a volte le lacrime scendono quando meno te lo aspetti e tu pensi sempre di averla scampata e di non essere vista, quindi tiri su con il naso, asciughi le lacrime e ti pizzichi un po' le guance in modo che siano rosse come il naso e sorridi. Ma il problema è che "quelli" non li freghi. Ti guardano con aria indagatoria e poi "Mamma, hai pianto?". Tu,  adesso ne devi uscire da quella domanda e vorresti cadere in piedi, come il gatto quando casca dall'alto e si gira per toccare elegantemente il terreno con le zampe, quindi sorridi di convenienza e "Io? m…