Passa ai contenuti principali

questione di naso



La nottata è stata dura.....Seb. tanti risvegli....così alle 4.oo la mamma decide di metterselo nel lettone e coccolarlo un po' nella speranza di dormire almeno fino alle 7.00 di filata.
Alle ore 5.00 sento un pianto flebile e cerco con la mano nel lettone il mio bimbo...ma trovo solo la schiena di papone....mi alzo e sento che la voce viene da sotto il piumone...già perchè nei sonni agiatati capita che Seb. si ribalti a testa in giù....ed infagottato nel sacco nanna ha un'agilità da carapace rivoltato....
Salvo il bambino....lo giro...e lo bacio e cerco di dormire.
Ore 7.00 sveglia e doccia....ore 7.30 colazione...i gioielli si scofanano succo di mele e tortina al farro e poi inzia il rito/delirio della cacca+vestizione+lavaggio denti....al termine del tour la mamma tenta di vestirsi.....
Bene...pensa....Martina è tranquilla in bagno con papone e Seb non si sente.....dopo 3 secondi che questo pensiero ha attraversato il mio cervello.....un'altro pensiero entra con prepotenza"SILENZIO=DANNO"....così corro a cercare il mio Bimbo ed.......ORRORE!!!!!!!!!!!!!!!!
Trovo il nano che con la faccia più angelica che possiede sta inzuppando il mio cellulare NUOVO nel bicchiere che Morgana tiene sul comodino.....
Faccio un urlo e dico una sequela di ca*****spiterina, Per+++++bacco, Acci°°°°°°derboli e corro in bagno cercando aiuto in papone che sconsolato dice "Proviamo a farlo asciugare....e si vedrà".
Nel frattempo tento di finire di vestirmi e sempre Seb. tenta di far cadere la lampada del soggiorno.....ma che giornata!!!!
Finalmente papone porta i gioielli al Nido e io riassetto come Wonderwoman la casa e lancio un ultimo sguardo al mio telefonino.

Ore 17.00 corro come una forsennata al Nido a prendere i nani e l'educatrice mi dice "Devo darti una brutta notizia....Seb. è caduto e ....." Mentre pronuncia la frase dentro di me dico....." sarà il solito bernoccolo sul testone...un po' è la punizione per il mio cellulare"
...............MA appena finisco di pensare la frase...il nano si gira......
CRIBBIO.......Ha il naso tutto rosso e graffiato e un graffio in fronte.....l'educatrice continua"Eravamo in giardino ed è caduto senza mettere le mani....non sapevamo come dirtelo!".
Io la rassicuro e gli dico che so benissimo che nemmeno 100 occhi potrebbero evitare una caduta e poi li vesto e andiamo a fare una passeggiata.

Durante la passeggiata....ripenso alla giornata e mi dico...pensa te....dovrei essere un po' arrabbiata con lui per il cellulare...anche se so che non è consapevole di aver fatto un danno
...ma ERA NUOVO!!!!
Invece ora vorrei solo strappazzarlo di coccole e togliere dal suo nasino un po' di quel rossore!!!!
Vedi gli uomini son tutti uguali...quando hanno torto loro...riescono sempre a rigirare la frittata!!!!!
Bhè stasera per far placare il mio senso di colpa...l'ho strapazzato di coccole......

Commenti

  1. Proprio questa sera, cercavo inutilmente di caricare il cell. ma stranamente sul display c'era scritto che era impossibile, perchè Sim assente. L'ho smontato e rimontato più volte, ma niente. Secondo te chi è l'artefice di tutto ciò? Povere noi, questi figli ci distruggono, ma poi basta un attimo e ci sciogliamo come neve al sole.

    RispondiElimina
  2. il mio cellulare mi è caduto nell'innaffiatoio pieno di acqua, e dopo ha funzionato meglio :-P spero capiti anche al tuo.
    Ho reso privato il blog, se mi dai un indirizzo e-mail ti invito, se ti fa piacere. A me farebbe piacere
    grazie
    Trasparelena
    ele.sid@gmail.com
    http://trasparelena.blogspot.com

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

SARA' LA FINE, MA NON E' LA FINE....

Siamo agli sgoccioli di un lungo e nuovo anno scolastico.
Io ho cambiato giro di mamme, con il cambio scuola e devo dire che non mi sono nemmeno sforzata di creare nuovi legami con altre persone. I pochi legami si sono creati da sé, per vicinanza di casa e per affinità.
Arrivo quindi settimana scorsa alla pizzata di fine anno con un 'altra mamma, consapevole di non conoscere quasi nessuno e di non essere conosciuta da quasi nessuno se non come "La mamma dei gemelli".
I saluti di convenienza sono diventati il mio forte, poi dopo poche banali chiacchiere mi siedo vicino all'unica mamma con cui ho più conoscenza.
La cena inizia tranquilla e serena, si toccano argomenti vari legati alla scuola e altro, finché all'ennesima proposta da parte di chi mi sta accanto di cibo, dal momento che la mia pizza non era ancora arrivata, ho avuto l'ardire di comunicare: "Grazie, ma non mangio la carne. Sono vegetariana".
Questa frase ha scatenato al nostro tavolo un&#…

QUANDO PIANGE LA MAMMA

Ci sono momenti in cui la sofferenza c'è e si sente. Circostanze della vita in cui siamo fragili, vulnerabili e quindi le lacrime solcano le guance e tu ti ritrovi a piangere quando meno te lo aspetti e  con sei occhi puntati addosso e allora provi a  far finta di nulla.
In questi tristi momenti una mamma cosa fa? Finge che nulla sia accaduto e continua imperterrita ciò che stava facendo. Già, perché, a volte le lacrime scendono quando meno te lo aspetti e tu pensi sempre di averla scampata e di non essere vista, quindi tiri su con il naso, asciughi le lacrime e ti pizzichi un po' le guance in modo che siano rosse come il naso e sorridi. Ma il problema è che "quelli" non li freghi. Ti guardano con aria indagatoria e poi "Mamma, hai pianto?". Tu,  adesso ne devi uscire da quella domanda e vorresti cadere in piedi, come il gatto quando casca dall'alto e si gira per toccare elegantemente il terreno con le zampe, quindi sorridi di convenienza e "Io? m…