Passa ai contenuti principali

FRUTTA.....MA NON DI STAGIONE


Quando penSi di aver raggiunto una certa stabilità i nani hanno la capacità di mischiare le carte in tavola.

POMERIGGIO:
Metti che vai all'asilo a prenderli a la maestra ti dice:"Hanno dormito pochino oggi pomeriggio.Vedrai che stasera crollano prima".
Decidi allora di portarli al parco , che tanto se sono stanchi se ne vanno sull'altalena e il tempo scorre felice.
ERRORE: I nani non danno segni di cedimento...su e giù dallo scivolo, uno corre verso il maledettissimo trenino a bruco che hanno messo a due passi dal parco e l'altra verso la giostrina, guidata da due bambini scatenati.
Tu ti raddoppi e ne acciuffi uno per la maglia e l'altra per la gonna...quindi vai a casa.
Proponi un gioco tranquillo sul tappeto, ma loro preferiscono aprire tutti i cassetti e svuotarne il contenuto a terra....MA NON ERANO STANCHI????!!!!

CENA:
Proponi un menù semplice che loro adorano, ma proprio quella sera i loro gusti son cambiati, quindi il cibo finisce sul pavimento con castigo(momento di riflessione + allontamento dal tavolo) e pianto in omaggio.
Tenti di fargli mangiare qualcosa e tu tenti di fare lo stesso...ma senti il tuo stomaco che reclama pietà perchè la rabbia come condimento non la digerisce....
I pianti e le lagne continuano e tu cerchi di finire alla svelta e un po' non vedi l'ora che se ne vadano a letto.SANTO SENSO MATERNO!!!

NANNA:
Andiamo in bagno per il rito pipì sul wc e lavaggio dei denti e alla fine scopri che nel wc oltre alla pipì ci sono gli ennesimi spazzolini da denti e giuri a te stessa che da oggi...solo carie!!!!
In cameretta e con la voce più suadente che puoi canti la ninna nanna a due bambini che ridono e si rotolano nel lettino.
Tecnica del "Allora se non avete sonno la mamma va di là"....Risultato: Pianto con sighiozzo di una e risate dell'altro.
Dopo le dieci fatiche di Ercole i Gioielli si addormentano e tu riassetti la casa e svieni sul letto.

NOTTE:
Ore 4.34 Un urlo nella notte, vai dal bimbo lo consoli e gli dai dell'acqua...due coccole e torni a letto
Ore 4.54 Un altro urlo nella notte stesso procedimeto
ore 5.00 Una bimba chiama la mamma: acqua più ciuccio
ore 5.10 un urlo vedi sopra
ore 5.25 un urlo...prendi il bimbo incriminato e lo porti nel lettone
ore 6.00 una bimba chiama la mamma...dici al papà che è il suo turno
ore 6.20 una bimba chiama la mamma....ti rivolgi sempre a papà, che se ne torna a letto con la bimba.

MATTINO:
Risveglio poco soft a causa della pre ado in crisi per la gita.....teme sempre di arrivare in ritardo....tutta la famiglia alle ore 7.00 è in piedi e tu non hai preparato la colazione ai nani che reclamano....
ore 8.10 sei già in macchina destinazione .....FUORI DI LA'!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Speriamo che il weekend calmi le acque...perchè sono alla FRUTTA!!!

Commenti

  1. ma sai mia cara che dopo la frutta c'è il dolce e poi il caffè e poi ancora l'ammazzacaffè. Dai scherzo, è così anche da noi, con la differenza che da me gli spazzolini volano giù dal balcone.
    Buon w.e.

    RispondiElimina
  2. passodoppio/nervinfranti5 giugno 2010 11:59

    ARGHHHHHHHHH!!!!!
    Quando sento 'sti resoconti con gemelli più grandi delle mie...mi ento male!!!

    RispondiElimina
  3. ...dai che nel we non puo' altro che migliorare ...spero....:-)

    passodoppio tu tappati le orecchie :-)

    RispondiElimina
  4. è dura lo, so, ma vedrai che il sole del weekend aiuterà a vedere tutto più leggero!un abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

FELICE GIORNO DELLA NASCITA

E' arrivato il 15 Novembre e tu non sei qui con me.
E' il primo compleanno da quando sei nata che passiamo lontane.
Hai compiuto gli anni ed io e i tuoi fratelli ti abbiamo cantato una sguaiata canzoncina tramite whatsup.
Hai compiuto gli anni ed io non ho potuto darti un bacio e darti un regalo.
Quest'anno, come non mai, il tuo compleanno è felice giorno della nascita...già perché non si nasce solo quando si viene al mondo, ma si nasce un sacco di volte nel corso della vita.
Tu sei nata a te stessa e al mondo e hai deciso di partire alla ricerca della tua missione.
Tu sei nata ai tuoi progetti e ai tuoi sogni e hai deciso di corrergli incontro.
Il tuo compleanno è ora, perché non c'è modo migliore di festeggiare il nostro venire al mondo che celebrarla la vita!
Tu nell'ultimo periodo hai celebrato ogni giorno e hai sparso in giro le tue gocce di serenità e gioia ed io le ho viste nello sguardo di chi ti ha incrociato.
Il giorno della tua nascita...io c'ero e s…

SARA' LA FINE, MA NON E' LA FINE....

Siamo agli sgoccioli di un lungo e nuovo anno scolastico.
Io ho cambiato giro di mamme, con il cambio scuola e devo dire che non mi sono nemmeno sforzata di creare nuovi legami con altre persone. I pochi legami si sono creati da sé, per vicinanza di casa e per affinità.
Arrivo quindi settimana scorsa alla pizzata di fine anno con un 'altra mamma, consapevole di non conoscere quasi nessuno e di non essere conosciuta da quasi nessuno se non come "La mamma dei gemelli".
I saluti di convenienza sono diventati il mio forte, poi dopo poche banali chiacchiere mi siedo vicino all'unica mamma con cui ho più conoscenza.
La cena inizia tranquilla e serena, si toccano argomenti vari legati alla scuola e altro, finché all'ennesima proposta da parte di chi mi sta accanto di cibo, dal momento che la mia pizza non era ancora arrivata, ho avuto l'ardire di comunicare: "Grazie, ma non mangio la carne. Sono vegetariana".
Questa frase ha scatenato al nostro tavolo un&#…