Passa ai contenuti principali

MINI HOLIDAY

Sono tornata dalle mini vacanze sabato....e ora farò un breve resoconto, perchè ieri sera io e papone ci siamo fatti un regalo e ora sono cotta dalla stanchezza...ma farò un post speciale...sia perchè mi sono ritufatta nella mia adolescenza sia perchè per la prima volta ho lasciato i bimbi a dormire dai nonni....

Passiamo a PRINCIPINA A MARE.....
La vacanza è stata molto una vacanza stile famiglia...il paesino è piccolo e frequentatissimo da bimbi...dagli 0 mesi al massimo 8/9 anni.....le ado infatti si sono un po' rotte perchè i ragazetti della loro età erano pochi e non si sa dove si rintanssero.....li vedi sbucare per poco tempo per poi scomparire....ho anche pensato ad una magia che trasformava scalpitanti adolescenti in muccolanti bambini.
Il paesello è bello da girare in bici...così ne abbiamo affittate due e i nani si divertivano un sacco a stare sempre in bici a zigzagare per le strade.
La casetta era carina...senza soffitto e senza cucina...ah no questa è un'altra storia!!!Il residence tranquillo...ovviamente il casino lo abbiamo portato noi.

Sulla spiaggia siamo capitati vicino d'ombrellone (rigorosamente comprato....che i soldi per affittare il lettino e poi vagare sulla spiaggia inseguendo i nani...ehhh nnoooo!!!) ad una coppia che aveva due gemelli di 7 mesi di nome Manuel e Lorenzo...e lì ho pensato alla carambata....vuoi vedere che....e invece ricordavo che i Manuel e Lorenzo di Erica erano più grandi ...e allora le ho chiesto se conosceva il blog e mi ha detto che l'ha scoperto dopo che i suoi bimbi erano nati e che il primo che ha letto era Tuttodoppio.....come me!!!!

Le chiacchiere delle mamme sulla spiaggia erano sempre inerenti ai gemelli e alle altre due ragazze, che qualcuno ha pensato fossero gemelle....ma ti rendi conto!!
Un altra mamma mi ha detto che non mi invidiava con due gemelli e alla domanda "Tu quanti figli hai?" lei ha detto:"Per adesso 5!" e a me è caduta la mascella....come per adesso!!!!!!!!!!!

I nani sulla spiaggia sono stati bravissimi hanno giocato ai travasi di acqua e sabbia per ore e Martina si faceva dei lunghi bagni in mare....mentre il coraggioso Seba veniva ogni tanto "pucciato" in mare perchè lui proprio non ne voleva sapere di entrare in mare....no no no era la cantilena cantata e frignata per tutto il tempo del bagno.....
La fame marina ha colpito i gemelli e continua anche a casa...sembrano lupi affamati...mangiano kili di frutta e sembrano senza fondo.....

Una cosa l'ho dimenticata a casa.........LA MACCHINA FOTOGRAFICA...........così abbiamo solo 26 foto di una misera macchina usa e getta!!!!!!!
Ora vado a nanna che devo recuperare i bagordi!!!!!!!!!!!!!

Commenti

  1. Sono contenta che sia andata tutto bene. Una bella vacanza ci vuole ogni tanto!!!

    RispondiElimina
  2. Che ricordi! Principina a mare è stata lo sfondo delle mie prime 9 estati! Ci siamo tornati lo scorso anno ed è sempre tutto uguale! Eravamo nella vicina Marina di Grosseto, sarebbe stato bello incontrarsi! Buon rientro!

    RispondiElimina
  3. ma daiiiiiiiiii altri 2 Manuel e Lorenzo???
    magari potessi conoscerli . Però che bello il mondo Blog.
    e magari fossi stata io li a conoscere te!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

SARA' LA FINE, MA NON E' LA FINE....

Siamo agli sgoccioli di un lungo e nuovo anno scolastico.
Io ho cambiato giro di mamme, con il cambio scuola e devo dire che non mi sono nemmeno sforzata di creare nuovi legami con altre persone. I pochi legami si sono creati da sé, per vicinanza di casa e per affinità.
Arrivo quindi settimana scorsa alla pizzata di fine anno con un 'altra mamma, consapevole di non conoscere quasi nessuno e di non essere conosciuta da quasi nessuno se non come "La mamma dei gemelli".
I saluti di convenienza sono diventati il mio forte, poi dopo poche banali chiacchiere mi siedo vicino all'unica mamma con cui ho più conoscenza.
La cena inizia tranquilla e serena, si toccano argomenti vari legati alla scuola e altro, finché all'ennesima proposta da parte di chi mi sta accanto di cibo, dal momento che la mia pizza non era ancora arrivata, ho avuto l'ardire di comunicare: "Grazie, ma non mangio la carne. Sono vegetariana".
Questa frase ha scatenato al nostro tavolo un&#…

QUANDO PIANGE LA MAMMA

Ci sono momenti in cui la sofferenza c'è e si sente. Circostanze della vita in cui siamo fragili, vulnerabili e quindi le lacrime solcano le guance e tu ti ritrovi a piangere quando meno te lo aspetti e  con sei occhi puntati addosso e allora provi a  far finta di nulla.
In questi tristi momenti una mamma cosa fa? Finge che nulla sia accaduto e continua imperterrita ciò che stava facendo. Già, perché, a volte le lacrime scendono quando meno te lo aspetti e tu pensi sempre di averla scampata e di non essere vista, quindi tiri su con il naso, asciughi le lacrime e ti pizzichi un po' le guance in modo che siano rosse come il naso e sorridi. Ma il problema è che "quelli" non li freghi. Ti guardano con aria indagatoria e poi "Mamma, hai pianto?". Tu,  adesso ne devi uscire da quella domanda e vorresti cadere in piedi, come il gatto quando casca dall'alto e si gira per toccare elegantemente il terreno con le zampe, quindi sorridi di convenienza e "Io? m…