Passa ai contenuti principali

TWIN'S ADVENTURE....

Prendi una mamma stressssata e due gemelli di 20 mesi, un papone un po' cotto e portali in montagna.....bhè nella mente immagini una bella famigliola immersa nel verde che si rilassa.....che si.....rilas.....e no!!!!a noi Gioielli complicarci la vita ci piace assai...così la classica casa in montagna si è trasformata in una vera baita...con tanto di sentiero a piedi per raggiungerla, bombola del gas e scaldabagno a legna....
La vacanza è stata bella comunque...i nani si divertivano a giocare con le noci verdi, chiamandole palle, hanno visto i cavalli, stiamo tentando di abituarli ai cani, perché hanno paura, ma soprattutto hanno aggiunti nella loro dieta frutti di bosco a quantità elevate: scorpacciate di lamponi e mirtilli, qualche fragolina e qualche mora.....
Ecco alcuni scorci della mini vacanza....l'anno prossimo solo vacanze di 3 settimane, che una alla volta è un delirio tra viaggio, valigie e appena mi sono riposata...devo già tornare!!!

LA STAMBERGA

il sasso poggiato alla parete di casa ..mi faceva molto senso!!!

LO SCALDABAGNO A LEGNA


Era molto Casa nella Prateria.....!!!!

L'APPETITO DEI GIOIELLI

Sebastiano è sempre stato una buona forchetta...ma puliva pure le pentole!!!

La colazione con la marmellata di more.......

IL LOOK DEI NANI
L'INCANTEVOLE PANORAMA

Ecco cosa vedevo dalle finestre di casa...come si fa a non rilassarsi....con due gemelli che cercano di schiantarsi giù da scale o burroni...che fanno i rotoloni nei prati e corrono per i sentieri di montagna...un po' si riesce a non lasciarsi proprio andare del tutto, ma comunque il luogo aiuta....i nani a fine giornata erano distrutti...ci mettevano un sacco ad addormentarsi comunque...ma il mattino prima delle 9.00 nessuno era sveglio!!!
Ora ci attendono le lunghe vacanze a casa....ma troveremo altri modi per divertirci e complicarci un po' la vita......l'avventura continua.....

Commenti

  1. pasticciare, giocare, far casino, sporcarsi, scoprire, magari farsi anche un pure male... serve a diventare un pochino più grandi. Anche Rebecca è cresciuta in montagna (d'estate). Ora che ha 14 anni ed è piena di impegni (e ha pure il moroso) comunque non rinuncia ad almeno un mesetto di montagna. Ti aspetto domani dalle mie parti: servirò fiori di zucca appena colti!
    Baci, CookingMama
    http://cookingmama.myblog.it

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

SARA' LA FINE, MA NON E' LA FINE....

Siamo agli sgoccioli di un lungo e nuovo anno scolastico.
Io ho cambiato giro di mamme, con il cambio scuola e devo dire che non mi sono nemmeno sforzata di creare nuovi legami con altre persone. I pochi legami si sono creati da sé, per vicinanza di casa e per affinità.
Arrivo quindi settimana scorsa alla pizzata di fine anno con un 'altra mamma, consapevole di non conoscere quasi nessuno e di non essere conosciuta da quasi nessuno se non come "La mamma dei gemelli".
I saluti di convenienza sono diventati il mio forte, poi dopo poche banali chiacchiere mi siedo vicino all'unica mamma con cui ho più conoscenza.
La cena inizia tranquilla e serena, si toccano argomenti vari legati alla scuola e altro, finché all'ennesima proposta da parte di chi mi sta accanto di cibo, dal momento che la mia pizza non era ancora arrivata, ho avuto l'ardire di comunicare: "Grazie, ma non mangio la carne. Sono vegetariana".
Questa frase ha scatenato al nostro tavolo un&#…

QUANDO PIANGE LA MAMMA

Ci sono momenti in cui la sofferenza c'è e si sente. Circostanze della vita in cui siamo fragili, vulnerabili e quindi le lacrime solcano le guance e tu ti ritrovi a piangere quando meno te lo aspetti e  con sei occhi puntati addosso e allora provi a  far finta di nulla.
In questi tristi momenti una mamma cosa fa? Finge che nulla sia accaduto e continua imperterrita ciò che stava facendo. Già, perché, a volte le lacrime scendono quando meno te lo aspetti e tu pensi sempre di averla scampata e di non essere vista, quindi tiri su con il naso, asciughi le lacrime e ti pizzichi un po' le guance in modo che siano rosse come il naso e sorridi. Ma il problema è che "quelli" non li freghi. Ti guardano con aria indagatoria e poi "Mamma, hai pianto?". Tu,  adesso ne devi uscire da quella domanda e vorresti cadere in piedi, come il gatto quando casca dall'alto e si gira per toccare elegantemente il terreno con le zampe, quindi sorridi di convenienza e "Io? m…