Passa ai contenuti principali

una mia personalissima lista....

Ecco la mia personalissima lista delle cose diventate indispensabili per resistere con 3 figli:

- un caffè appena sveglia, che riscalda il cuore e risveglia la testa
-la donna delle pulizie, che quando torno e trovo la mia casa pulita ed in ordine....mi sento meglio
-una borsa grande, dove mettere ciucci,calzini di ricambio,salviettine,disinfettante,agenda,merendine etc....
-scarpe comode, non che prima usassi i tacchi...ma ora me li sogno anche quelle poche volte....non è facile rincorrere due iene e una leonessa con i trampoli (accetto suggerimenti di modelli scarpe alte ma a prova di mamma...)
-la parola no, che userò circa 15/20 volte nel corso della giornata.
- amiche pazienti, che ascoltano lamentele,scleri e quant'altro porgendo sempre l'altro orecchio.
-birra....e mojito....quando si stacca.....quelle poche volte....aiutano
-lavatrice, che pensare di lavare qualcosa a mano....ormai è solo utopia
- lavastoviglie, che al pensiero di non averla....un po' mi viene il terrore
-crema idratante per pelli stanche.....ma forse è solo colpa dell'età!
-calendario con dello spazio per scrivere, gli appuntamenti sono diventati troppi....e pensare che prima avevo rigorosamente solo quello di super gnocchi!
-vestiti per la casa, se no mi tocca cambiarmi anche 4 volte al giorno
- un abbonamento in farmacia, negozio ricco di soluzioni per ogni problema
-una dose massiccia di pazienza, non sapevo di possederne una miniera così inesauribile
- cioccolatini o dolci ......quando la situazione è tragica....aiutano
- una macchina familiare,spaziosa e lunga....e con una botta sul portellone.....ho detto che era lunga...
- un orologio al polso, che il tempo è sempre prezioso
-la passione per la cucina,che mi permette di accontentare le esigenze di tutti
-familiari disponibili e sempre pronti alle emergenze
-momenti ginnici di stacco, per far lavorare il fisico e spegnere il cervello
-tanta e tanta ironia, che è l'unico modo per resisitere ai periodi più difficili.

IN coda a questo post molto serio scrivo una ricetta per buonissimi biscotti,mangiati oggi a colazione

BISCOTTI ALLE NOCI

300 gr di farina 0
150 gr di burro
125 gr di zucchero mascobado
1 uovo
100 gr di noci tritate

Mescolare il burro fuso con lo zucchero e poi aggiungere farina,uovo e per ultimo le noci.
Lavorare l'impasto e poi formare un salsiciotto rettangolare , ricoprire con la pellicola, mettere nel frigo per 1 ora, ma va bene anche tutta la notte.
Preriscaldare il forno a 180°, togliere l'impasto dal frigo e tagliarlo a fette di circa 2 cm.
Infornare per 15 minuti.

A me sono usciti biscotti croccanti e un po' caramellati perchè erano rimasti dei granelli di zucchero nell 'impasto.....buonissimi!

Commenti

  1. Quoto tutto!
    Faccio come le figurine... ce l'ho, ce l'ho, mi manca.
    Mi mancano solo la donna delle pulizie (magari!), le amiche pazienti (ma ho il blog) e la macchina familiare.
    Sostituisco gli alcoolici con vino rosso e vodka.
    Il resto è identico.

    RispondiElimina
  2. .... assomiglia un pò alla mia...

    RispondiElimina
  3. tutto vero!!! io ne ho due di figli, ma condivido in pieno!

    RispondiElimina
  4. Mi associo alle amiche di sopra, concordo su tutto, soprattutto sulòla grande dose di ironia e sull'attività fisica per spegnere il cervello...aggiungerei le piccole fughe (per esempio per la spesa) e qualche week-end...che ne pensi?

    RispondiElimina
  5. lista da stampare e appendere al frigo!!!!
    grazie! giuppy

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

FELICE GIORNO DELLA NASCITA

E' arrivato il 15 Novembre e tu non sei qui con me.
E' il primo compleanno da quando sei nata che passiamo lontane.
Hai compiuto gli anni ed io e i tuoi fratelli ti abbiamo cantato una sguaiata canzoncina tramite whatsup.
Hai compiuto gli anni ed io non ho potuto darti un bacio e darti un regalo.
Quest'anno, come non mai, il tuo compleanno è felice giorno della nascita...già perché non si nasce solo quando si viene al mondo, ma si nasce un sacco di volte nel corso della vita.
Tu sei nata a te stessa e al mondo e hai deciso di partire alla ricerca della tua missione.
Tu sei nata ai tuoi progetti e ai tuoi sogni e hai deciso di corrergli incontro.
Il tuo compleanno è ora, perché non c'è modo migliore di festeggiare il nostro venire al mondo che celebrarla la vita!
Tu nell'ultimo periodo hai celebrato ogni giorno e hai sparso in giro le tue gocce di serenità e gioia ed io le ho viste nello sguardo di chi ti ha incrociato.
Il giorno della tua nascita...io c'ero e s…

SARA' LA FINE, MA NON E' LA FINE....

Siamo agli sgoccioli di un lungo e nuovo anno scolastico.
Io ho cambiato giro di mamme, con il cambio scuola e devo dire che non mi sono nemmeno sforzata di creare nuovi legami con altre persone. I pochi legami si sono creati da sé, per vicinanza di casa e per affinità.
Arrivo quindi settimana scorsa alla pizzata di fine anno con un 'altra mamma, consapevole di non conoscere quasi nessuno e di non essere conosciuta da quasi nessuno se non come "La mamma dei gemelli".
I saluti di convenienza sono diventati il mio forte, poi dopo poche banali chiacchiere mi siedo vicino all'unica mamma con cui ho più conoscenza.
La cena inizia tranquilla e serena, si toccano argomenti vari legati alla scuola e altro, finché all'ennesima proposta da parte di chi mi sta accanto di cibo, dal momento che la mia pizza non era ancora arrivata, ho avuto l'ardire di comunicare: "Grazie, ma non mangio la carne. Sono vegetariana".
Questa frase ha scatenato al nostro tavolo un&#…