Passa ai contenuti principali

GADGET INUTILI PER MAMME DISPERATE



Quando aspetti un bimbo ti rendi conto entrando in negozi di articoli per bambini di tutti i gadget inutili che gentili commesse sorridenti vogliono propinarti, presentandoteli come la tua unica ancora di salvezza.
Tu hai tanti dubbi....e a volte i loro bellissimi discorsi...farciti di statische e numeri e racconti di amiche a ciu proprio quell'oggetto ha salvato la vita...
Propongo una breve lista di quelli che più hanno proposto a me:

Primo oggetto da me ritenuto inutile, ma proposto all'incirca 20 miliardi di volte.....visto che non voglio citare le marche...descriverò l'oggetto:
Un utilissimo raccogli pannolini che li sigilla ed evita di puzzare tutto l'ambiente.....allora facciamo due conti....un neonato sporca all'incirca 8/10 pannolini al giorno che moltiplicati per due fanno all'incirca 20....ciò vuol dire che io avrei dovuto svuotare il comodo aggeggio circa 1 volta al giorno...che tradotto nel caos dei primi mesi voleva significare: secchio pieno e puzzolente nel bagno più pannolini in giro perchè non c'era tempo di svuotarlo.

Secondo oggetto:

Sensore che si mette sotto il materasso nel letto che fa da radiolina e che trasmette con un suono se non sente il respiro del bimbo.....beh...io ne avevo sempre due di bimbi...quindi doppia radiolina e doppio sensore....e poi se dimenticavo la radiolina accesa ma toglievo il bimbo dal letto.....chissà che rumore e che paura....SCARTATO.

Terzo oggetto:

Fantastico portaciuccio e catenella in argento." che l'argento è disinfettante" disse la commessa (COSA??").....peso specifico dell'oggetto circa 1 kg....allora premetto che io il porta ciuccio l'ho usato poco perchè tendo a darglielo quando i nani sono stanchi o devono fare la nanna...i miei hanno sempre usato la catenella come fionda o oggetto contundente ....visto il peso specifico.

Quarto oggetto:

Vasino di varie forme e colori dove i pupi possono fare placidamente la pipì e la popò , per poi sbatterla con il naso chiuso nel wc....("Ma i bimbi hanno paura del vuoto del water")
Sarò strana ma io ho sempre preferito saltare questo passaggio ed insegnare ai bimbi di usare il water con il riduttore....ma non hanno mai avuto paura di salire là sopra...

Ma il miglior inutile aggeggio mi è stato proposto da una ridente commessa pochi giorni .
aspira muco elettrico per quando i bimbi hanno il raffreddore...è fantastico e suona anche.
Alla mia faccia stranita la commessa ha detto:"Vedrà quando i bimbi avranno il naso chiuso..correrà a prenderlo".........

Io credo che la disperazione di una mamma faccia gonfiare le tasche a molte ditte di articoli per l'infanzia.

Commenti

  1. ma il vasino che canta non te lo hanno proposto??che anche in questo caso doppio acquisto e doppie pile...:-)a pensarci bene qualche volta io ci sono pure cascata (inesperienza primo figlio ..anzi 2) e disperazione da notti insonni mi hanno convinto a comprare 2 superseggioloni con seduta reclinabile per il riposino...risultato: non ci stavano tutti e due aperti in casa!!! venduti.

    RispondiElimina
  2. Splendido, verissimo post... e caliamo un velo pietoso sulle varie "pappine"!

    RispondiElimina
  3. Sul vasino. Musicale ho scritto post tempo fa..... Terribile!
    Lo svezzamento meriterebbe un capitoline a parte.... Magari lo faro'
    Diana

    RispondiElimina
  4. grande!
    bel post!
    ne aggiungerei altri mille.
    i bambini non hanno bisogno di niente.
    questa e' la triste verita' per le aziende che mangiano di questo.

    RispondiElimina
  5. che ridere! il gadget più inutile che mi hanno regalato, per il battesimo dei twins, quindi con largo anticipo, è stato il porta primodentino che cade. Rigorosamente in argento, con interno di velluto blu, e con l'incisione del nome del bambino.
    'Na cagata...scusate il francesismo!

    RispondiElimina
  6. io il vasino l'ho usato, perchè la principessa sul water col riduttore non ci voleva salire.
    Invece l'aggeggio che se non sente il battito suona è una sòla pazzesca, la mia amica ce l'ha e dice che se il bimbo si gira 'sto coso suona e se lo prende in braccio e si dimentica di spegnerlo suona.
    Io ho trovato inutile pure il termometro auricolare, ma forse perchè ne ho preso uno che non funzionava.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

SARA' LA FINE, MA NON E' LA FINE....

Siamo agli sgoccioli di un lungo e nuovo anno scolastico.
Io ho cambiato giro di mamme, con il cambio scuola e devo dire che non mi sono nemmeno sforzata di creare nuovi legami con altre persone. I pochi legami si sono creati da sé, per vicinanza di casa e per affinità.
Arrivo quindi settimana scorsa alla pizzata di fine anno con un 'altra mamma, consapevole di non conoscere quasi nessuno e di non essere conosciuta da quasi nessuno se non come "La mamma dei gemelli".
I saluti di convenienza sono diventati il mio forte, poi dopo poche banali chiacchiere mi siedo vicino all'unica mamma con cui ho più conoscenza.
La cena inizia tranquilla e serena, si toccano argomenti vari legati alla scuola e altro, finché all'ennesima proposta da parte di chi mi sta accanto di cibo, dal momento che la mia pizza non era ancora arrivata, ho avuto l'ardire di comunicare: "Grazie, ma non mangio la carne. Sono vegetariana".
Questa frase ha scatenato al nostro tavolo un&#…

QUANDO PIANGE LA MAMMA

Ci sono momenti in cui la sofferenza c'è e si sente. Circostanze della vita in cui siamo fragili, vulnerabili e quindi le lacrime solcano le guance e tu ti ritrovi a piangere quando meno te lo aspetti e  con sei occhi puntati addosso e allora provi a  far finta di nulla.
In questi tristi momenti una mamma cosa fa? Finge che nulla sia accaduto e continua imperterrita ciò che stava facendo. Già, perché, a volte le lacrime scendono quando meno te lo aspetti e tu pensi sempre di averla scampata e di non essere vista, quindi tiri su con il naso, asciughi le lacrime e ti pizzichi un po' le guance in modo che siano rosse come il naso e sorridi. Ma il problema è che "quelli" non li freghi. Ti guardano con aria indagatoria e poi "Mamma, hai pianto?". Tu,  adesso ne devi uscire da quella domanda e vorresti cadere in piedi, come il gatto quando casca dall'alto e si gira per toccare elegantemente il terreno con le zampe, quindi sorridi di convenienza e "Io? m…