Passa ai contenuti principali

MAMMA MODERNA

Mamma moderna, uno sfogo per le mamme che come me hanno avuto figli da giovincelle ed inziano in età matura ma non troppo a scontrarsi con le prime difficoltà della figlia non più bambina, cresciuta e con tutte le forme al suo posto.
Mamma moderna è sentirsi dire spesso  "Ma non è tua sorella?" e  rispondere gongolante "No, è mia figlia!"
A seguire due piccoli esempi di problemi da mamme moderne!

Articolo : MAMMA, VOGLIO UN PIERCING!

Dopo la fantastica e sudata promozione questa frase si è intonata più volte nelle mura casalinghe, perché voci di corridoio, ricordavano che questa promessa già lo scorso anno fu fatta ma mai mantenuta
(Per fortuna la mia ancora giovane età non fa pensare ad un principio di alzheimer, ma sappiate che gli ado ci provano a rinfacciarvi cose promesse e mai esaudite....non credetegli è una bufala per incastrarvi!).
Io ho due tattoo di cui  vado fiera e sicuramente prima o poi farò anche il terzo e sinceramente anni fà mi era balenata la bizzarra idea del piercing nella lingua, quindi il dire di No.....era difficile.
Senza contare che la ragazza già lo scorso anno ne aveva fatto uno all'interno della bocca senza dirlo....quindi onde evitare che se lo facesse fare da chissà chi ...mi decido per il Si!
Fisso appuntamento da un tatuatore di fiducia e ce la porto.
Mentre siamo lì un po' mi sento a disagio, io che la porto a fare piercing in un luogo dove la maggior parte delle persone ha tatuato dai mille ai due mila soggetti.
Lei  ha un po' di fifa e vuole che le stringa la mano, ma il tutto è veloce e indolore....e il tatuatore  le chiede quanti anni ha e poi mi dice "Ma l'hai allattata a bistecche?".
Ecco la giornata si è conclusa con passeggiata e shopping e io che rimbrotto un signore che fa un apprezzamento un po' osé alla mia figliola....."Insomma ha 14 anni!"
Quindi per finire sul piercing la mia modernità ha ceduto e ora sull'ombelico di mia figlia campeggia una pallina argentea!

Articolo:E' UNA BAMBINA!

Care mamme giovani di giovani donne, com'è andare a passeggio con la ragazza e vedere tutti gli occhi maschili puntati sul suo decoltè?
Certo io non ho mica da competere avendo allattato tre figli, si sa il seno ne risente, lei invece nello splendore della gioventù e con le mini magliette che si usano adesso beh è proprio un bel vedere, ma io posso pensarlo mentre gli uomini che la guardano mi fanno andare su tutte le furie...."Insomma è pur sempre una bambina...".
Eh no cara mamma, è qui che ti sbagli la bambina che portavi a passeggio tempo fa è uscita dal bozzolo e l'occhio lungo di turno di certo non se la fa scappare.
Quindi io ingoio gelosia e fumo dal naso e passo oltre.
Il problema è che molte volte l'uomo non si limita a guardare, ma osa commentare in mia presenza....beh io li sbotto....mamma moderna, ma pur sempre mamma .
Allora lei si gira verso di me e dice "Mamma, guarda che mi succede tutti i giorni, basta lasciarli parlare e andare avanti!"
 Il mio cervello intanto sta ancora codificando"......tutti...i .....giorni..."."Ma come tutti i giorni? Possibile che una ragazzina non possa uscire di casa che qualcuno deve fare i suoi assurdi apprezzamenti???"Ecco i miei neuroni urlano questo....ed io sento il fumo che mi sta per uscire dal naso ma riesco a dire" Beh, tu se son vecchi non ascoltarli e vai avanti....certo se ha la tua età....puoi sorridergli allora!" "Figurati, quelli della mia età quelle stupidate non le dicono!"
Fiui!!! Ecco bravi giovani d'oggi, pensatele pure, ma non ditele...che le donne non sono mica pezzi anatomici ben assemblati....e poi concludo con un sorriso e dico "Beh bella sei bella!".
La difficoltà della mamma moderna è quindi non offendersi se ora i complimenti li fanno a lei e non a te e resistere dalla voglia di prendere a sassate gli uomini che osano guardare tua figlia in quel modo!
Altra cosa da memorizzare: Non è più una bambina e il suo corpo da giovane donna è bello!
Insegnarle ad averne rispetto e ad amarlo lei per prima, prima che farlo amare dagli altri.
( Su questo argomento spinoso un giorno scriverò.....forse!)
 


Commenti

  1. Hai tirato fuori un argomentino niente male.
    Quando mia figlia ci arriverà io probabilmente sarò troppo vecchia e malconcia per essere gelosa o invidiosa. Rimpiangerò i tempi andati, quello sì.
    Ovviamente hai ragione quando parli di rispetto di se stessa e del proprio corpo. Non ricordo discorsi del genere da parte dei miei genitori, sono assolutamente impreparata.

    RispondiElimina
  2. Ciao!
    scusa il ritardo e l'intrusione, ma non sapevo come avvisarti...
    ti ho risposto, di là, sulla pasta madre e la focaccia!!

    RispondiElimina
  3. Hi there to all, it's actually a pleasant for me to pay a visit this web site, it includes precious Information.
    My web site ; arsenal transfer news 2011

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

SARA' LA FINE, MA NON E' LA FINE....

Siamo agli sgoccioli di un lungo e nuovo anno scolastico.
Io ho cambiato giro di mamme, con il cambio scuola e devo dire che non mi sono nemmeno sforzata di creare nuovi legami con altre persone. I pochi legami si sono creati da sé, per vicinanza di casa e per affinità.
Arrivo quindi settimana scorsa alla pizzata di fine anno con un 'altra mamma, consapevole di non conoscere quasi nessuno e di non essere conosciuta da quasi nessuno se non come "La mamma dei gemelli".
I saluti di convenienza sono diventati il mio forte, poi dopo poche banali chiacchiere mi siedo vicino all'unica mamma con cui ho più conoscenza.
La cena inizia tranquilla e serena, si toccano argomenti vari legati alla scuola e altro, finché all'ennesima proposta da parte di chi mi sta accanto di cibo, dal momento che la mia pizza non era ancora arrivata, ho avuto l'ardire di comunicare: "Grazie, ma non mangio la carne. Sono vegetariana".
Questa frase ha scatenato al nostro tavolo un&#…

QUANDO PIANGE LA MAMMA

Ci sono momenti in cui la sofferenza c'è e si sente. Circostanze della vita in cui siamo fragili, vulnerabili e quindi le lacrime solcano le guance e tu ti ritrovi a piangere quando meno te lo aspetti e  con sei occhi puntati addosso e allora provi a  far finta di nulla.
In questi tristi momenti una mamma cosa fa? Finge che nulla sia accaduto e continua imperterrita ciò che stava facendo. Già, perché, a volte le lacrime scendono quando meno te lo aspetti e tu pensi sempre di averla scampata e di non essere vista, quindi tiri su con il naso, asciughi le lacrime e ti pizzichi un po' le guance in modo che siano rosse come il naso e sorridi. Ma il problema è che "quelli" non li freghi. Ti guardano con aria indagatoria e poi "Mamma, hai pianto?". Tu,  adesso ne devi uscire da quella domanda e vorresti cadere in piedi, come il gatto quando casca dall'alto e si gira per toccare elegantemente il terreno con le zampe, quindi sorridi di convenienza e "Io? m…