Passa ai contenuti principali

I Bambini dove sono?

Dopo una settimana funestata da Broncospasmo con gita al pronto soccorso e una settimana di bimbo malato tra nuovo lavoro e nonni al mare, Venerdì siamo partiti per lasciare i gioielli al mare.
Premessa:
Io non amo separarmi dai miei figli, ma ho una suocera che adora tenerli con o senza il permesso e quindi ogni anno d'estate per non far scoppiare liti mondiali io cedo e glieli faccio portare al mare.
Quindi ora avrò di fronte me la classica settimana dove tutti mi chiederanno:"I bambini dove sono?"
"Al mare con i nonni." ....."Beata te....oppure evviva una settimana libera....oppure la solita fortunata....che invidia...e chi più ne ha più ne metta."
Si i miei bambini sono al mare, ma io non solo la con loro, non gioco con la sabbia, non nuoto con loro, non corro e non gioco a nascondino, non gli compro il gelato, non li metto a letto, non li bacio, non gli racconto le storie, non ci litigo....insomma non li ho con me.
Sarò una mamma ingrata, una chioccia o quello che volete, ma a me mancano.
Apprezzo il tempo libero, le ore vuote, il cazzeggio, il mangio quando voglio, il dormire tutta la notte, la vita solo di coppia e tanto altro....ma mi mancano ecco a me i miei bimbi mancano....e voglio poterlo dire e pensare senza passare per la madre chioccia o apprensiva.
Credo però che a volte sia una violenza imporre un distacco, imporre una lontananza anche se so che loro sono sereni....già perché qui quella non serena sono io.
Però mi son sentita dire l'importante è che loro siano sereni e tu sei grande sopporta.
Bene allora per chi volesse chiedermi dove sono i bambini....la mia risposta sarà "E' la mia settimana della sopportazione!"

Commenti

  1. Cara hai tutta la mia comprensione!! Io non riesco a staccarmi da loro manco una notte ... bacio

    RispondiElimina
  2. Io farei carte false per farli dormire una notte, una sola, dai nonni.
    Ma ancora si rifiutano.
    Ecco, l'ho detto.
    Ma so benissimo che più di due giorni senza vederli e annusarli impazzirei.
    Sopportazione, hai scritto bene.

    RispondiElimina
  3. capisco che ti spiace separarti da loro ma io la vedo dal mio punto di vista: i miei bimbi sono stanchi, dovrebbero riposarsi ma io devo lavorare e non posso lasciarli dai nonni che ancora lavorano e l'altro nonno segue l'altra nipote che starà in piscina in campagna mentre i miei staranno 1 mese al centro estivo chè 1 si può seguire 3 no e mia cognata no comment....si divertiranno al centro estivo si ma non sarà come andare al mare e non avere orari per alzarsi presto.... li lascerò alle 7.30 quindi ti capisco come mamma e come situazione di distacco e imposizione da parte dei parenti ma pensa come i tuoi figli beneficeranno della loro vacanza al mare, pensa che lo fai per il loro bene e ti sentirai + tranquilla.... ho scritto un post di come mi sento al pensiero di non poterli far rilassare come giustamente i miei figli dovrebbero fare...sigh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barbara hai ragione,ma che fatica...ma ...domani tornano e io sono felice:)

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

SARA' LA FINE, MA NON E' LA FINE....

Siamo agli sgoccioli di un lungo e nuovo anno scolastico.
Io ho cambiato giro di mamme, con il cambio scuola e devo dire che non mi sono nemmeno sforzata di creare nuovi legami con altre persone. I pochi legami si sono creati da sé, per vicinanza di casa e per affinità.
Arrivo quindi settimana scorsa alla pizzata di fine anno con un 'altra mamma, consapevole di non conoscere quasi nessuno e di non essere conosciuta da quasi nessuno se non come "La mamma dei gemelli".
I saluti di convenienza sono diventati il mio forte, poi dopo poche banali chiacchiere mi siedo vicino all'unica mamma con cui ho più conoscenza.
La cena inizia tranquilla e serena, si toccano argomenti vari legati alla scuola e altro, finché all'ennesima proposta da parte di chi mi sta accanto di cibo, dal momento che la mia pizza non era ancora arrivata, ho avuto l'ardire di comunicare: "Grazie, ma non mangio la carne. Sono vegetariana".
Questa frase ha scatenato al nostro tavolo un&#…

QUANDO PIANGE LA MAMMA

Ci sono momenti in cui la sofferenza c'è e si sente. Circostanze della vita in cui siamo fragili, vulnerabili e quindi le lacrime solcano le guance e tu ti ritrovi a piangere quando meno te lo aspetti e  con sei occhi puntati addosso e allora provi a  far finta di nulla.
In questi tristi momenti una mamma cosa fa? Finge che nulla sia accaduto e continua imperterrita ciò che stava facendo. Già, perché, a volte le lacrime scendono quando meno te lo aspetti e tu pensi sempre di averla scampata e di non essere vista, quindi tiri su con il naso, asciughi le lacrime e ti pizzichi un po' le guance in modo che siano rosse come il naso e sorridi. Ma il problema è che "quelli" non li freghi. Ti guardano con aria indagatoria e poi "Mamma, hai pianto?". Tu,  adesso ne devi uscire da quella domanda e vorresti cadere in piedi, come il gatto quando casca dall'alto e si gira per toccare elegantemente il terreno con le zampe, quindi sorridi di convenienza e "Io? m…