Passa ai contenuti principali

IL PRINCIPE DELLE DONNE


Già da tempo pensavo di scrivere un post di sfogo....sui maschi.....o meglio sul maschio adulto che vive con me da un po' di tempo......lo so diventerò la classica donna che parla di luoghi comuni sulla differenza tra uomini e donne....ma ne ho proprio le tasche piene....e quindi mi sfogherò.....

CAPITOLO 1: FIGLI

Quando i nani sono malati è secondo papone dovere della mamma accudirli....ergo io sto a casa dal lavoro o trovo qualcuno che li tiene per andare al lavoro e lui se ne esce tranquillamente!!!!
Dove è scritto questa postilla dell'appartenenza filiale alla madre in caso di malattia????!!!!!Non sarà forse che tu essendo l'uomo che non deve chiedere mai....forse ti stressi a casa con nani malati???!!!!

Se i nani sono malati e lui ha una divertente serata con gli amici....certo che la mamma può stare da sola con loro....lei ce la .....metti che la sera dopo i nani malati sono due e tu hai un impegno ...lo yoga del martedì con le amiche...che è tre settimane che non vai....eh no-----lui da solo non ce la fa!!!!!e che cribbio??!!!

Se i nani sono turbolenti e di dormire non ne hanno molta voglia....con la calma serafica che solo San Francesco possedeva, canti la ninna nanna, culli i lettini, dai bere e massaggi la schiena....lui se la scena si ripete per 2 sere di fila perde la pazienza e se ne va.....dicendo che avevamo deciso che se non dormono entro 15 minuti si lasciano piangere.....io non ricordo quando lo abbiamo deciso....forse ha parlato in sonno con Estevill????

CAPITOLO 2 COMPLIMENTI E GESTI D'AMORE.

Sotto la doccia io mi lamento dei 4/5 kg di troppo rimasti appicciati alle cosce e ai fianchi e lui"Beh hai 34 anni ...no puoi pretendere di tornare come prima???"CCCOOOSSSAAAA?
Solo perché hai degli anni in meno di me......credi che sia una specie di mummia egizia??!!!
Comunque tu hai la pancia e i gemelli nel ventre ce li avevo io.....come la mettiamo giovanotto??!!

Tornata dal parrucchiere, lui mi guarda e dice "Ancora la pettinatura da fungo?".......già io odio la piega e appena torno me la lavo....ma un "Come sei carina"..no???

Ho da poco smesso di allattare e prima o poi la legge di gravità si ricorderà del mio seno e lui "Facciamo un altro figlio , così di tornano le tette giganti?".....una mastoplastica???costa meno di un figlio e non si sveglia la notte.....

Vado dall'estetista per una pulizia del viso e lui"Ma cosa hai fatto..sei tutta rossa e hai una faccia"....certo caro...sono senza trucco e l'estetista mi ha spremuto la pelle come se fosse un limone!!!!

Di notte attirata dal tepore che emana la sua parte di letto ti avvicini quatta quatta e allunghi i tuoi dolci e freddi piedini alla sua gamba.....beh lui si gira ti molla un calcio e va avanti a dormire....giura di non esserne accorto......sonnambulismo o disturbo grave del sonno?"

Tu allunghi la tua mano per fargli una carezza sui capelli e lui si scosta come se tu fossi il suo peggior nemico e dice "Ho i capelli sporchi".....beh mica volevo farti l'esame tricologico??!!!!

Questa vuol essere una piccola presa in giro sui modi carini e romantici che respiro ogni giorno nel mio nido d'amore.....o meglio nella mia tana di piccole iene!!!!
PAPONE COMUNQUE NONOSTANTE E LO STESSO .....SEI IL MIGLIORE!!!!

Commenti

  1. Tanti-Tantissimi auguri per un Natale sereno ed un anno nuovo ricco di gioia!
    Un bacio
    Barbara

    RispondiElimina
  2. ...vorrei commentare ma sono la persona meno adatta atirarti su.. Un abbraccio solidale spero valga lo stesso. Buon Natale un bacio

    RispondiElimina
  3. He he he.... Cara Diana, sei in buona compagnia.. no, non del tuo "papone" ma di tante altre donne che potrebbero sottoscrivere il tuo post, parola per parola...me compresa... ;)
    però nel tempo ho imparato alcune cose...
    1) se gli uomini non stanno con i figli quando sono malati etc.. è semplicemente perchè non glielo permettiamo.. ci inteneriamo alle loro proteste e cediamo: io dopo 2 mesi da quando è nata mia figlia ho iniziato a uscire dalla porta senza voltarmi se avevo un'impegno e lui ha imparato a stare a casa quando è il suo turno (la prima uscita mia fu di 4 giorni e notti al corso a trets con Martghi di 2 mesi appunto) e anche quando è arrivato il 2° pupo (la prima aveva 22 mesi), ho fatto lo stesso. Credici prima tu che ce la può fare! :)

    cpt. 2) non esternare MAI lamentele sul tuo aspetto davanti a lui.. ci potrebbe credere...
    in realtà gli uomini guardano poco "l'estetica" e i kg in più in certe circostanze....a loro interessano solo 2 punti le tette e...
    tutto il contorno non entra nella loro orbita visiva... LOL!
    Perciò se vuoi i complimenti fatteli da sola, quelli sì ad alta voce.. così se almeno annuisce annuisce a qualcosa di positivo.. :D
    Lo so è poco poetico o romantico...ma è più realista.

    Probabilmente il commento sulla pettinatura va decodificato come un COMPLIMENTO.

    Di notte, se vuoi che non ti tiri calci sonnambuli, non devi accarezzargli.."i capelli".. LOL!

    he sì sì.. il romanticismo proprio non è di questo mondo....per lo meno non del mondo maschile :)
    un grande abbraccio
    Stefi

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

SARA' LA FINE, MA NON E' LA FINE....

Siamo agli sgoccioli di un lungo e nuovo anno scolastico.
Io ho cambiato giro di mamme, con il cambio scuola e devo dire che non mi sono nemmeno sforzata di creare nuovi legami con altre persone. I pochi legami si sono creati da sé, per vicinanza di casa e per affinità.
Arrivo quindi settimana scorsa alla pizzata di fine anno con un 'altra mamma, consapevole di non conoscere quasi nessuno e di non essere conosciuta da quasi nessuno se non come "La mamma dei gemelli".
I saluti di convenienza sono diventati il mio forte, poi dopo poche banali chiacchiere mi siedo vicino all'unica mamma con cui ho più conoscenza.
La cena inizia tranquilla e serena, si toccano argomenti vari legati alla scuola e altro, finché all'ennesima proposta da parte di chi mi sta accanto di cibo, dal momento che la mia pizza non era ancora arrivata, ho avuto l'ardire di comunicare: "Grazie, ma non mangio la carne. Sono vegetariana".
Questa frase ha scatenato al nostro tavolo un&#…

QUANDO PIANGE LA MAMMA

Ci sono momenti in cui la sofferenza c'è e si sente. Circostanze della vita in cui siamo fragili, vulnerabili e quindi le lacrime solcano le guance e tu ti ritrovi a piangere quando meno te lo aspetti e  con sei occhi puntati addosso e allora provi a  far finta di nulla.
In questi tristi momenti una mamma cosa fa? Finge che nulla sia accaduto e continua imperterrita ciò che stava facendo. Già, perché, a volte le lacrime scendono quando meno te lo aspetti e tu pensi sempre di averla scampata e di non essere vista, quindi tiri su con il naso, asciughi le lacrime e ti pizzichi un po' le guance in modo che siano rosse come il naso e sorridi. Ma il problema è che "quelli" non li freghi. Ti guardano con aria indagatoria e poi "Mamma, hai pianto?". Tu,  adesso ne devi uscire da quella domanda e vorresti cadere in piedi, come il gatto quando casca dall'alto e si gira per toccare elegantemente il terreno con le zampe, quindi sorridi di convenienza e "Io? m…