Passa ai contenuti principali

Colazione-Breakfast-Frühstück-Desayuno

La colazione dei nani da quando hanno abbandonato la tetta sta diventando un vero e proprio dilemma e ormai la tetta l'hanno abbandonata circa 6 mesi fà.....prima era cosa facile, anche se un po' lunga per la durata.
Menù prima colazione tettifera: poppata dai 15 ai 30 minuti,ruttino o ruttone più un buon biscotto secco, pane, un pezzetino di torta.
Da quando hanno lasciato la tetta loro al mattino adorano bere MA :
-il latte vaccino non lo vogliono lo assaggiano schifati e poi me lo restituiscono...ho provato con latte e miele, latte e orzo, latte freddino, latte tiepido, latte e biscotti, latte bianco....NIENTE.
-Le tisane non le bevono le ho provate di tutti i gusti e a tutte le temperature...NIENTE
-il the mi sembra troppo presto perchè contiene teina che è un eccitante, ma quando ho provato a fargli assaggiare un cucchiaino del mio ...NIENTE!!!
Martina beve volentieri il latte di mandorla che è molto nutriente e ricco....Sebastiano lo schifa...
- Il frullato non piace molto, meglio se centrifuga di frutti....
- I succhi li adorano di tutti i tipi
- La banana a colazione è una festa...quindi viene data una volta la settimana...perchè devo ricordarmi di comprarle...che nelle frutta acquistata con il Gas non c'è.
- biscotti li mangiano ma ora sono stufi
- le torte fatte in casa le mangiano ma la mamma non sempre ce la fà
- merendine confezionate in casa ce ne sono poche...
- il salato non gli garba-
quindi il mio problema è variare...se no bevono quasi sempre il succo, che viene replicato anche a merenda ...io accetto suggerimenti e ricette.
La zia Stefy l'altro giorno ci ha dato una semplice ricettina che ho fatto ai nani e gli è piaciuta:
BUDINO ROSA DELLA ZIA STEFY
INGREDIENTI:
300 ML di latte
200 GR di fragole
100 GR di zucchero, ma va bene anche un po' meno
30GR di maizena

Si frullano le fragole con il latte, poi si aggiunge lo zucchero e si scioglie la maizena. Si mette sul fuoco e si lascia bollire per qualche minuto. Versare nello stampo e riporre una volta freddo nel frigo.

I gioielli stamattina ne sono rimasti soddisfatti.....

Commenti

  1. Che piacere leggere le notizie dei gemellimonelli.
    Umh il latte di mandorle è una leccornia!
    Posso integrare la tua lunga lista con: latte di riso, latte di soia, orzo senza latte, fette di pane con malto di riso-
    ciao
    marisa

    RispondiElimina
  2. Questo dilemma ce l'ho con il mio primo bambino, già svezzato (gli altri due per fortuna fanno colazione ancora dal mio seno...).
    In effetti il più grande sembra non gradire mai niente, nemmeno variando o stuzzicandolo.
    Credo sia importante proporre sempre qualcosa, non facendogli saltare la colazione perchè "tanto non magia niente, lascia tutto lì...".
    Anche se a volte mi innervosisco molto, vedo che va un po' meglio se, sono calma e cerco di coinvolgerlo, sedendomi insieme a tavola per fare colazione insieme e ripetendomi: "I bambini imparano quello che vivono"...
    Sai una cosa però? C'è stato un periodo che faceva bene colazione con il "salato"...!
    Prova a fargli trovare insieme a della frutta, anche un toast, un pezzo di focaccia con del formaggio magro, o quello che hai.
    Ciao!

    RispondiElimina
  3. ...una colazione da re!! quasi quasi il budino lo preparo anche per me!
    la mia per fortuna ha gradito da subito il latte e glielo do con i cereali.
    Fa la colazione a letto con il bibe, beve e poi si rispalma nel suo lettino per dormire. un'altra ora. è una tecnica salvafinesettimana!
    mi interessa la crema che usi per le macchie :), se ti funziona magari anche per me c'è qualche speranza!
    se vuoi puoi scrivermi a amodomiomaggie@gmail.com
    grazie!!

    RispondiElimina
  4. il nano gusta ncora latte da biberon (on o quando il doc mi dirà di passare al latte vaccino),più qualche biscottino, o un pezzetto di dolce. Conoscendolo penso che si magerebbe anche pollo e patate.
    hai provato con lo yogurt?

    RispondiElimina
  5. grazie per le idee!!!
    i nani lo yogurt lo adorano ma anche questo rientra nella merenda e il latte di tutti i tipi viene schifato...pure l'orzo...ma con il salato li stregherò!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao! Gioele fa ancora colazione col mio latte ma è da qualche giorno che poi ha ancora fame e si sgranocchia una fetta biscottata mentre faccio colazione io. Ti avrei suggerito yogurt con cereali ma vedo che è già una merenda. Fette biscottate e marmellata bio? Cialde di mais o riso bio (Gioele le adora) da sole o con marmellata o formaggio fresco spalmabile?
    Ciao ciao!

    RispondiElimina
  7. Ciao! Il post che m'è rimasto più in mente è quello del concerto del Liga, non tanto per il concerto quanto per il rientro!! La nottata con i nani nel lettone e Morgana "signorina"...
    Baci.
    Paola e Gioele.

    RispondiElimina
  8. Anche i miei, tutti e tre i figli, a un certo punto non hanno voluto più il latte, prima il mio, poi quello artificiale.
    Ora uno dei gemelli l'ha ripreso, l'altro va a yogurt.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

SARA' LA FINE, MA NON E' LA FINE....

Siamo agli sgoccioli di un lungo e nuovo anno scolastico.
Io ho cambiato giro di mamme, con il cambio scuola e devo dire che non mi sono nemmeno sforzata di creare nuovi legami con altre persone. I pochi legami si sono creati da sé, per vicinanza di casa e per affinità.
Arrivo quindi settimana scorsa alla pizzata di fine anno con un 'altra mamma, consapevole di non conoscere quasi nessuno e di non essere conosciuta da quasi nessuno se non come "La mamma dei gemelli".
I saluti di convenienza sono diventati il mio forte, poi dopo poche banali chiacchiere mi siedo vicino all'unica mamma con cui ho più conoscenza.
La cena inizia tranquilla e serena, si toccano argomenti vari legati alla scuola e altro, finché all'ennesima proposta da parte di chi mi sta accanto di cibo, dal momento che la mia pizza non era ancora arrivata, ho avuto l'ardire di comunicare: "Grazie, ma non mangio la carne. Sono vegetariana".
Questa frase ha scatenato al nostro tavolo un&#…

QUANDO PIANGE LA MAMMA

Ci sono momenti in cui la sofferenza c'è e si sente. Circostanze della vita in cui siamo fragili, vulnerabili e quindi le lacrime solcano le guance e tu ti ritrovi a piangere quando meno te lo aspetti e  con sei occhi puntati addosso e allora provi a  far finta di nulla.
In questi tristi momenti una mamma cosa fa? Finge che nulla sia accaduto e continua imperterrita ciò che stava facendo. Già, perché, a volte le lacrime scendono quando meno te lo aspetti e tu pensi sempre di averla scampata e di non essere vista, quindi tiri su con il naso, asciughi le lacrime e ti pizzichi un po' le guance in modo che siano rosse come il naso e sorridi. Ma il problema è che "quelli" non li freghi. Ti guardano con aria indagatoria e poi "Mamma, hai pianto?". Tu,  adesso ne devi uscire da quella domanda e vorresti cadere in piedi, come il gatto quando casca dall'alto e si gira per toccare elegantemente il terreno con le zampe, quindi sorridi di convenienza e "Io? m…