Passa ai contenuti principali

LASAGNE DI HALLOWEEN


Bene arriva il weekend lungo...quello dei vampiri e degli scheletri che chiedono dolcetto o scherzetto..ed io lo passerò a riposare...se così si possono chiamare le giornate con due nani duenni, una tredicenne e una nonna 83 in vacanza da noi....e a cucinare che ne ho tanta voglia e devo ancora sperimentare un po' di ricette delle mie food blogger preferite.

Nei miei ultimi esperimenti mi è venuta una pizza fantastica con la pasta madre...ho solo messo meno acqua del solito ed è venuta soffice, leggera ...buona buona....che emozione ormai la mia madre ha 1 anno e non mi ha mai fatto brutte sorprese.

L'altra sera avevo due zucche che non sapevo come usare così ho preparato

LASAGNE di HALLOWEEN
1 confezione di 500 gr di lasagne.
2 zucche
600 ml di latte
60 gr di farina
60 gr di burro
500 gr di mozzarella
1 porro.
parmigiano reggiano grattuggiato.
sale,pepe,noce moscata.

Mettere le zucche in forno divise a meta a 180° gradi per 15 minuti.
Togliere facilemente la pelle e tagliarle a tocchetti e metterle in uan casseruola con olio e porro affettato,sale e pepe. Lasciare cuocere a fuoco moderato per circa 20 minuti.
Trascorso questo tempo, frullare il tutto con frullatore ad immersione.
Lessare le lasagne (se usate quelle secche....le mie erano da lessare.)
Preparare la besciamella:
far scogliere il burro in una casseruola, aggiungere la farina e farla imbrunire, poi aggiungere pian piano il latte a temperatura ambiente ed un pizzico di sale , usando una frusta.
Far cuocere finchè la salsa non si addensa e poi toglierla dal fuoco e grattuggiare un po' di noce moscata.
Prendere una teglia adagiarvi uno strato di lasagne lessate, ricoprire con la salsa di zucca, aggiungere tocchetti di mozzarella e poi mettervi sopra un altro strato di lasagne,cospargelo di besciamella e formaggio grattuggiato.
Continuare così fino ad esaurimento degli ingredienti.
Mettere in forno a 200° per circa 30 minuti...e buon Halloween!
(Per renderle meno dolci usare il gorgonzola al posto della mozzarella.)
I miei lupi mannari ne hanno finito una teglia e domani è già pronta la seconda per accogliere come si deve la mia nonnina....

Commenti

  1. grazie per la ricetta un saluto Chiara

    RispondiElimina
  2. Sono talmente una schiappa in cucina che leggere le ricette mi demoralizza...ma se mi riprendo la provo!

    RispondiElimina
  3. la proverò...anche se halloween è passato! :-)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA SIGNORA DEI VERMI

PREMESSA:
I gemelli dopo 2 settimane di inserimento al nido sono stati a casa per 3 giorni per vomito e dissenteria.....i famosi giorni dell'esorcista......
Visto che finalmente noi cantavamo vittoria ed eravamo psicologicamente pronti ad un distacco più lungo.....ovvero sarei andata a prenderli per le 15.45 ..........
Sebastiano, sabato e domenica notte, ci ripropone il trailer dell'esorcista
....così .....Martina è al nido fino alle 12.30.....io grazie a mia mamma e al papone sono riuscita ad andare un po' al lavoro.....Sebastiano è a casa......


Oggi è il giorno della signora delle pulizie.....la gentil signora appena arriva fa due chiacchiere con la sottoscritta, prima di affrontare lo sporco più sporco che è diventata casa mia con due gemelli gattonanti e mangianti......
Io le ho raccontato del malessere di Seb. e del fatto che il dottor C. ha detto di non preoccuparsi....che sarà un virus.....tutto senza visitarlo....come di suo solito ..........

Allora la S.S. delle pulizi…

FELICE GIORNO DELLA NASCITA

E' arrivato il 15 Novembre e tu non sei qui con me.
E' il primo compleanno da quando sei nata che passiamo lontane.
Hai compiuto gli anni ed io e i tuoi fratelli ti abbiamo cantato una sguaiata canzoncina tramite whatsup.
Hai compiuto gli anni ed io non ho potuto darti un bacio e darti un regalo.
Quest'anno, come non mai, il tuo compleanno è felice giorno della nascita...già perché non si nasce solo quando si viene al mondo, ma si nasce un sacco di volte nel corso della vita.
Tu sei nata a te stessa e al mondo e hai deciso di partire alla ricerca della tua missione.
Tu sei nata ai tuoi progetti e ai tuoi sogni e hai deciso di corrergli incontro.
Il tuo compleanno è ora, perché non c'è modo migliore di festeggiare il nostro venire al mondo che celebrarla la vita!
Tu nell'ultimo periodo hai celebrato ogni giorno e hai sparso in giro le tue gocce di serenità e gioia ed io le ho viste nello sguardo di chi ti ha incrociato.
Il giorno della tua nascita...io c'ero e s…

QUANDO PIANGE LA MAMMA

Ci sono momenti in cui la sofferenza c'è e si sente. Circostanze della vita in cui siamo fragili, vulnerabili e quindi le lacrime solcano le guance e tu ti ritrovi a piangere quando meno te lo aspetti e  con sei occhi puntati addosso e allora provi a  far finta di nulla.
In questi tristi momenti una mamma cosa fa? Finge che nulla sia accaduto e continua imperterrita ciò che stava facendo. Già, perché, a volte le lacrime scendono quando meno te lo aspetti e tu pensi sempre di averla scampata e di non essere vista, quindi tiri su con il naso, asciughi le lacrime e ti pizzichi un po' le guance in modo che siano rosse come il naso e sorridi. Ma il problema è che "quelli" non li freghi. Ti guardano con aria indagatoria e poi "Mamma, hai pianto?". Tu,  adesso ne devi uscire da quella domanda e vorresti cadere in piedi, come il gatto quando casca dall'alto e si gira per toccare elegantemente il terreno con le zampe, quindi sorridi di convenienza e "Io? m…